appunti,economia, matematica, italiano,storia,diritto
 
-Le variazioni di capitale sociale possono essere in aumento o in diminuzione e si attuano mediante modifica dell’atto costitutivo, deliberate dall’assemblea straordinaria, omologate dal Tribunale ed iscritte nel Registro delle imprese.
-L’aumento o la riduzione di capitale sociale possono essere reali o nominali.
-Reali aumento del capitale sociale a pagamento o riduzione del capitale sociale (si restituisce una parte di conferimenti ai soci).
-Nominali aumento gratuito del capitale sociale o riduzione del capitale sociale per perdite.
-Aumento del capitale a pagamento: quando aumentando il capitale sociale si aumenta anche il patrimonio della società. Vengono emesse azioni a pagamento e chi le compra dovrà versare direttamente alla società il 25% (se apporta beni in natura il 100%). Le azioni di nuova emissione devono essere emesse con un sovraprezzo cioè per un prezzo maggiore del loro valore nominale. Si può aumentare il capitale solo se le azioni precedenti vengono interamente liberate.
-Aumento gratuito del capitale sociale: quando il capitale sociale aumenta ma il patrimonio non aumenta ci sono due strumenti per realizzarlo: 1) aumento del valore nominale delle azioni in circolazione; 2) assegnazione proporzionale gratuita ai soci di nuove azioni.
-La riduzione del capitale sociale deve fare sempre in modo che il capitale non vada al di sotto dei termini legali (120000 euro nelle s.p.a.). Può accadere per delle perdite riscontrate durante l’esercizio, mancato versamento dei conferimenti da parte degli azionisti, recesso di un socio, inferiorità del valore dei beni conferiti in natura di oltre 1/5 oppure per scelta dei soci.

 


Comments




Leave a Reply

appunti,economia, matematica, italiano,storia,diritto