appunti,economia, matematica, italiano,storia,diritto
 
Assume molta importanza la politica di gestione delle scorte con la quale l’impresa determina il proprio fabbisogno di beni, distribuendo quantità e tempi di fornitura.
L’acquisto delle scorte determina l’inizio del ciclo economico che al fine di garantire un efficiente gestione, deve essere sviluppato in stretta relazione con il ciclo tecnico e con il ciclo monetario.
In fase di avvio del processo di trasformazione delle materie prime l’impresa cercherà di avvicinare il più possibile il ciclo economico a quello tecnico e posticipare il più possibile l’inizio del ciclo monetario rispetto a quello economico e a quello tecnico.
Terminato il processo di trasformazione l’impresa dovrà collocare il prodotto finito  sul mercato, e cercherà di avvicinare il ciclo tecnico a quello economico edi avvicinare il ciclo economico a quello monetario.
L’intera gestione del processo produttivo deve infatti considerare sia le esigenze produttive sia quelle finanziarie dell’impresa.
Riguardo alle esigenze produttive,questa esigenza unita al fatto che  di solito ordinando maggiori quantitativi è possibile ottenere riduzioni di costo, potrebbe indurre l’impresa a emettere ordini per quantità elevate.
Riguardo alle esigenze finanziarie il miglior magazzino è quello che non ce.
Riguardo alla produttività delle scorte, l’impresa affronta il problema della produttività delle scorte, cioè dell’adeguatezza della loro consistenza rispetto al servizio garantito ai clienti. È necessario che il magazzino, pur garantendo all’impresa la continuità del processo produttivo, non risulti in esubero rispetto alle reali ed effettive esigenze di produzione e distribuzione.

 


Comments




Leave a Reply


appunti,economia, matematica, italiano,storia,diritto