appunti,economia, matematica, italiano,storia,diritto
BANCA D'ITALIA 06/10/2011
 
La banca d’Italia fu costituita nel 1893

È la fusione di tre istituti:
1.       Banca nazionale del regno d’Italia
2.       Banca nazionale toscana
3.       Banca toscana di credito

Dal 1926 ha avuto il monopolio di emissione.

In precedenza emettevano moneta il banco di Napoli e il banco di Sicilia, si passò cosi dal sistema della pluralità delle banche di emissione al sistema della banca unica.

Gli organi della banca d’Italia sono:

1.       L’assemblea generale ( approva bilanci, nomina i sindaci)
2.       Il consiglio superiore e il comitato del consiglio superiore ( gestione generale della banca)
3.       Il governatore della banca d’Italia ( rappresenta la banca di fronte ai terzi, entro il maggio di ogni anno presenta all’assemblea una relazione sulla situazione economica del paese)

Gran parte delle funzioni della banca d’Italia sono state affidate ai organismi bancari dell’unione economica.
La banca d’Italia ha perso la funzione di istituto di emissione.

Può ancora:
·         Effettuare il servizio di tesoreria
·         Funzione di vigilanza e di controllo

La vigilanza della banca d’Italia deve accertare l’efficienza e la competitività del sistema creditizio. Una banca inefficiente può danneggiare i risparmiatori.

I destinatari della vigilanza possono essere:
·         Banche nazionali
·         Banche comunitarie
·         Banche extracomunitarie

La Banca centrale può:
·         Allargare la base monetaria ( politica monetaria espansiva)
·         Restringere la base monetaria ( politica monetaria restrittiva)

Autorità monetarie europee:
1.       BCE = banca centrale europea
2.       SEBC = sistema europeo di banche centrali

Per garantire una piena integrazione ciascun stato ha modificato le normative  della propria banca centrale.

I principali organi della BCE sono:
·Consiglio direttivo: responsabilità della formazione della politica monetaria, composto da sei membri del comitato esecutivo e dai governatori delle banche centrali
·Comitato esecutivo: spetta l’attuazione della politica monetaria stabilità dal consiglio direttivo
·Consiglio generale: funzioni puramente consultive

Ogni membro è titolare di un solo diritto di voto. I governatori delle banche centrali hanno tutti un uguale peso.
L’obiettivo principale delle SEBC è il mantenimento della stabilità dei prezzi al fine di preservare il valore dell’euro.
 


Comments




Leave a Reply


appunti,economia, matematica, italiano,storia,diritto